Author Archives: Rassegna Teatrale

Sabato 20 dicembre ore 20.45 e Domenica 18 gennaio ore 16.00 – Fuori rassegna: domenica 11 gennaio e sabato 14 febbraio

UNA TATA
PRATICAMENTE PERFETTA – musical liberamente ispirato a Mary Poppins
Una tata praticamente perfetta
Londra 1906, viale dei Ciliegi 17. I coniugi Banks sono alla ricerca di una tata per i figli Jane e Michael, adolescenti un po’ ribelli. La loro esistenza viene sconvolta dall’arrivo di Mary Poppins: questa tata “praticamente perfetta” riuscirà a ricreare in casa Banks l’armonia perduta, aiutando l’austero bancario George e la stravagante moglie Winifred a ridare priorità ai valori fondamentali della vita.
Il Gruppo teatrale Kairòs si ispira al classico Disney, a 50 anni dalla sua uscita nelle sale, attraverso una rilettura che conserva gli ingredienti basilari dell’originale. Lo spettatore ritroverà l’istrionico Bert, la saggia vecchietta dei piccioni, il preciso ammiraglio Boom, l’anziano banchiere Dawes, l’esilarante zio Albert, ma scoprirà anche nuovi personaggi, come l’effervescente Mrs. Corry, lo sbadato domestico Robert, la severa cuoca Mrs. Brill. Il messaggio del musical è sempre attuale: vincere l’egoismo, l’indifferenza e la superficialità, per riuscire a “guardare al di là del proprio naso”, valorizzando ciò che è davvero importante: l’amore per la famiglia, l’attenzione per il prossimo, la capacità di sognare e sperare.
Gruppo teatrale Kairós
Il Gruppo teatrale Kairòs, costituito da 60 membri, giovani e adulti della Comunità Pastorale di Cairate, non persegue scopi di lucro e intende promuovere la cultura e l’arte, ispirandosi a valori umani e cristiani. Nel corso degli anni, la Compagnia è cresciuta in professionalità e competenze, raccogliendo grandi consensi di pubblico e di critica. Dopo il successo del musical “La Bella e la Bestia”, insignito di diversi premi, il gruppo Kairòs è pronto a tornare in scena con la sua nuova produzione: “Una tata praticamente perfetta”, liberamente ispirata a “Mary Poppins”. Un musical “supercalifragilistichespiralidoso”!
Passione, entusiasmo, divertimento: questi sono gli ingredienti fondamentali per crescere insieme e proseguire l’affascinante avventura nel magico mondo del teatro!

Domenica 29 marzo ore 16.00

FORSE, STA GIÀ CAMBIANDO… – musical
L'albero delle piume
Sono ormai 20 anni che la Compagnia EX NOVO di Solbiate Arno propone il Musical “Forse sta già cambiando…” , un’opera inedita di Alessandro Riganti.
E’ uno spettacolo ambizioso che ruota attorno alla figura di un centurione… quel centurione che sotto la croce riconobbe nel condannato Gesù il CRISTO, il Figlio del Dio Vivente.
Nel corso della prima parte del musical viene rivisitata la vita pubblica di Gesù, attraverso la testimonianza del centurione accompagnato ad altri personaggi che via via arricchiscono la scena.
Nella seconda parte dello spettacolo, troviamo i tradimenti di Pietro e di Giuda, l’arresto e la successiva condanna di Gesù, prima da parte del Sinedrio e poi di Pilato. La crocifissione è accompagnata dal IV canto del Servo di Yahwe del profeta Isaia, con intercalate le parole di Cristo in croce. Durante la deposizione dalla croce, si fondono in un unico brano anche il Magnificat ed il Cantico di Simeone, con una particolare sottolineatura alle parole: “…e anche a Te una spada trafiggerà l’anima!”.
Il brano che dà il titolo all’intera opera, “Forse sta già cambiando…”, è in sostanza la
provocazione finale, che vuole coinvolgere gli uomini di ogni tempo e luogo: non siamo noi, con le nostre forze o col nostro coraggio, a cambiare la storia, ma è Gesù, con la sua Parola, con la Sua Croce e un Sepolcro vuoto. A noi, comunque, il compito di parlarne, di portare a tutti il Vangelo… anche tramite un musical.
Lo spettacolo ha la durata di circa 1 ora e 45 minuti; è interamente musicale sullo stile dell’opera rock “Jesus Christ Superstar”, con musiche originali, balletti, scenografie valorizzate da un grande gioco di luci e da una scenografia essenziale e suggestiva.
Compagnia Ex Novo
La Com­pa­gnia Ex ­No­vo ha debuttato a Sol­bia­te Ar­no il 20 ot­to­bre 1995 con il mu­sical “For­se sta già cam­bian­do …” ope­ra ine­di­ta che vede l’intero gruppo im­pe­gnato in canzoni, balletti , recitazione. Dalla data della “prima”, il musical è stato replicato in altre 40 occasioni a partire dai paesi limitrofi, ma spingendosi anche fino a Bernareggio, Missaglia, Varese nel Prestigioso Teatro IMPERO, nel teatro delle Arti di Gallarate e nell’auditorium di Jerago. A fine giugno 2001 anche in Austria a Ebensdorf (Carinzia) nel contesto delle manifestazioni dell’Alpe Adria. Ovunque le critiche all’opera sono state lusinghiere.
Al musical “Forse sta già cambiando…” hanno fatto seguito diverse collaborazioni con altre realtà musicali, come la Filarmonica Ponchielli (Dir. Andreoli Vittorino) di Vedano Olona o la compagnia D.T.E (di Dana Goodin) di Carnago, consistenti in concerti di vario genere, con repertorio assai diversificato, che ha spaziato dal genere classico al religioso, dal Gospel/Spiritual al moderno. Da qualche anno collabora attivamente anche col Gruppo EXODUS di don A. Mazzi, proponendosi nelle varie manifestazioni nella zona di Gallarate.
Nel giugno 2001, è stato messo in scena il nuovo musical, “Se ti viene di cantare”, un lavoro costruito nell’arco di un paio d’anni, sotto la preziosa regia di Mario Bistoletti: uno spettacolo giovane, allegro, ma tutt’altro che banale. Oltre al tema, il nuovo spettacolo differisce dal primo per la presenza della band dal vivo.
Il 2004 vede il debutto del nuovo musical, “Il paese delle coccole”, ispirato ad alcuni testi di don A. Mazzi. Le tematiche volte a prevenire il problema del disagio giovanile sono quelle care al sacerdote, che collabora attivamente all’interno dello stesso spettacolo.
Nell’aprile del 2007 va in scena il musical “Black Out”, la storia del nostro gruppo raccontata in maniera divertente, ma senza rinunciare a tematiche attuali ed importanti. Nel 2012 cominciano i lavori per “Pinocchio alla rovescia”: lo spinta arriva nuovamente da don Mazzi e, da ottobre, comincia la stesura del testo e dei brani musicali. A gennaio 2013 cominciano le prove fino alla “prima” del 20 settembre.
La compagnia continua il suo lavoro di perfezionamento sugli spettacoli e lascia libero l’ingresso a chiunque voglia cimentarsi con la musica, il canto, il ballo o la recitazione.

Sabato 14 marzo ore 20.45

NO! INSCI’ EL VAR NO – commedia dialettale
No! Insci' el var no
La Commedia tratta di uno stralcio di vita quotidiana degli anni “50”,
riconducibile anche ai giorni nostri.
Si racconta di un politico di provincia che, un po’ per vana gloria e un po’ per
le sollecitazioni megalomani della moglie, si lascia convincere dal segretario di
partito a concedere in casa propria un’intervista ad una famosa giornalista, che
potrebbe procuragli il sospirato volo verso la politica nazionale, passando dalla
provincia alla capitale.
Il tutto viene però ostacolato da parecchi intoppi procurati da una sorella
stravagante, da un collaboratore a dir poco “imbranato”, dal fotografo della
giornalista e addirittura dalla giornalista stessa. Questi personaggi, a turno,
riescono a mettere, come si suol dire, il cosiddetto “bastone tra le ruote”, che
porterà a un finale a sorpresa.
Il tutto condito da situazioni umoristiche, battute esilaranti e quanto serve a far
trascorrere, ne siamo sicuri, una spensierata e allegra serata.
Il tutto proposto da una compagnia allegra, viva, piena di vita e di teatro.
La commedia si celebra in un teatro amico, pronto ad accogliere in un
abbraccio cordiale un appuntamento che si ripropone per la 23esima volta.
Compagnia I Sempr’Alegher 
La compagnia teatrale “I SEMPR’ALEGHER” nasce nel 1991 da un gruppo di amici
desiderosi di trovare un modo nuovo e divertente per essere di aiuto agli altri. Tale
obbiettivo è tenacemente perseguito con l’allestimento di innumerevoli spettacoli volti a
raccogliere fondi a favore di iniziative benefiche, e con una consolidata attività di
animazione effettuata presso centri socio-educativi, ospedali, istituti geriatrici di Milano e
provincia.

Domenica 8 febbraio ore 16.00

L’ALBERO DELLE PIUME – fiaba
L'albero delle piume
Suoni, luci e colori animano un bosco, protagonista del lavoro che la COMPAGNIA DELLA RUOTA propone all’attenzione dei più piccoli e di chi si avvicina alla natura con semplicità d’animo.
Una società di uccelli popola il mondo fantastico della fantasia e i loro comportamenti riportano alla mente la vita di una società organizzata.
Una civetta e una gazza, circondate da una comunità di uccelli , parlano la lingua degli uomini e raccontano uno spaccato di vita: pur svolgendosi su un piano assolutamente fantastico, i protagonisti trasferiscono in esso i moventi e le caratteristiche della vita comune.
E’ una fiaba surreale e lirica, fantastica e liberatoria dove la solitudine, l’ingenuità, la furbizia si mescolano con la diversità e il dolore, ma anche con la generosità e l’amicizia.
E’ la storia di un popolo semplice, ma è anche la nostra storia , fatta di contraddizioni, ma anche di rispetto e di onestà.
Compagnia della Ruota
Pochi amici, attori, in un recente passato, si ritrovano dinanzi a un testo teatrale inconsueto, drammatico e crudo, ma aperto alla speranza. Inizia così, nel 1991, l’avventura della Compagnia della Ruota e del suo primo impegno, “NON DIMENTICARE. ORATORIO DI AUSCHWITZ” di Alina Novak Aprile, che tuttora prosegue, dopo oltre 100 repliche.
Fin da questa prima scelta drammaturgica è ben chiaro che la Compagnia della Ruota si caratterizza per la scelta di testi di spessore, non sempre semplici, senza tuttavia trascurare l’aspetto ludico del teatro per ragazzi.

Sabato 10 gennaio 2014 ore 21.00 *

Concerto di inizio anno ARS CANTUS diretta dal Maestro Giovanni Tenti
ARS CANTUS
Ars Cantus è un’Associazione culturale senza scopo di lucro fondata il 10 Dicembre 1987 a Varese e si propone di sviluppare e diffondere i valori della Musica Classica ed in particolare di quella Italiana e di quella Sacra; i valori della formazione artistico/musicale dei giovani nella società e nella scuola. Tali scopi vengono perseguiti promuovendo tutti i possibili contatti e collaborazioni da un lato con le pubbliche istituzioni, dall’altro con le istituzioni diocesane. L’Associazione realizza ciò attraverso il proprio Coro e la propria Orchestra, formati entrambi in prevalenza da giovani; con la presentazione del Coro e dell’Orchestra privilegiando il pubblico giovanile; fornendo le proprie competenze tecniche laddove richieste, con particolare attenzione ai Cori operanti nel territorio”. (Dall’Art.3 dello Statuto).
Fondamentale importanza ha nel Coro e Orchestra “Ars Cantus” la vita di gruppo, per creare un contesto nel quale i valori della Musica eseguita possano emergere vivi ed essere riconosciuti dallo spettatore.
L’organico conta attualmente circa 200 elementi così ripartiti:
¨Voci Bianche – una quindicina di bambini e ragazzi dai 7 ai 16 anni, provenienti dalle province di Varese e Como;
¨Coro Sinfonico – circa 90 adulti, età media 33 anni, dalle province di Varese, Milano e Como;
¨Orchestra Sinfonica – oltre 90 elementi, età media 32 anni, che collaborano anche con altre Orchestre italiane e straniere; provenienti dalle province di Varese, Milano, Como, Lecco, Bergamo, Lodi, Novara, Pavia, Piacenza e Verbania, ma anche, nei vari anni di vita dell’Associazione, da Albania, Argentina, Belgio, Brasile, Bulgaria, Cina, Equador, Francia, Germania, Giappone, Israele, Lituania, Romania, Russia, Siria, Spagna, Svizzera, Ungheria, residenti in Italia.

Sabato 28 febbraio ore 20.45

Concerto ORCHESTRA DI CHITARRE IDIA diretta dal Maestro Giuseppe Lanni
Orchestra Idia
L’orchestra di chitarre nasce dall’ iniziativa del Maestro Giuseppe Lanni, presso l’Accademia “Clara Schumann”: un gruppo di ragazzi che ha iniziato a suonare mediamente all’età di 8 anni e che ha saputo mantenere nel tempo entusiasmo e passione. In seguito, il gruppo si è arricchito di altri ragazzi fino a raggiungere il numero di 19 elementi. Un impegno intenso e costante che va oltre la singola lezione e le prove d’orchestra, che riguarda la trascrizione delle parti tutte rigorosamente a quattro voci. Il repertorio comprende principalmente colonne sonore, ma anche temi di note canzoni. Da segnalare il brano “Melanesian Chant”, melodia tradizionale trascritta dal chitarrista Marcos Vinicius e voluto su youtube dallo stesso chitarrista.
“Per noi suonare la chitarra non è una professione, ma un divertimento. Amatoriale non è sinonimo di superficiale: per noi significa che quel che facciamo lo si fa con serietà, impegno e passione per la musica”.

Sabato 11 aprile ore 20.45 e replica Domenica 12 aprile ore 16.00

SPETTACOLO DI DANZA CLASSICA E MODERNA scuola All Dance
All Dance Academy
E’ una SCUOLA di DANZA per Grandi e Piccini, semplici appassionati, ma anche ambiziosi ballerini. Ogni hanno si garantisce qualità e crescita, grazie al perfezionamento dei programmi e l’avvalersi dell’esperienza di 17 insegnanti qualificati e riconosciuti anche a livello nazionale. L’intervento e la presenza di Guest Teachers, periodicamente ospitati nella nostra struttura, permette un continuo ed entusiasmante confronto con realtà internazionali che offrono l’arricchimento costante dello studio delle discipline. Il bambino e l’adulto, che abbracciano il nostro progetto, riempiono le loro valigie di una FORMAZIONE esclusiva creata AD PERSONAM. Tutto questo in un’ atmosfera che non trascura l’aspetto umano: gli allievi, i genitori e gli adulti iscritti sono seguiti da una direzione attenta e scrupolosa.

Domenica 25 gennaio ore 16.00 *

STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI
Storia di una ladra di libri
“Il tema dell’olocausto è affrontato dalla prospettiva di coloro che lo hanno vissuto indirettamente. Il punto di vista è quello delle persone comuni, non dei perseguitati e ciò rende originale e interessante la rappresentazione. Non è soltanto questo, tuttavia, l’aspetto affascinante del film: il sentiero psicologico e l’intreccio emotivo che si snodano e che avvolgono i protagonisti svelano una particolare sensibilità degli autori e del regista verso i temi dell’amicizia, dell’amore, della bontà e della disponibilità al sacrificio. Si parla dell’istinto ad aiutare una persona sofferente e si descrive come la natura limpida di alcuni sentimenti possa risultare approfondita dalla disperazione del distacco. Tutto ciò è affrontato con una leggerezza e una poeticità davvero capaci di emozionare il pubblico.” (Simone Arseni)

Sabato 16 maggio ore 20.45 *

MUSICA E PAROLE…IN RICORDO DEL PRESIDE SEVERO GHIOLDI
Severo Ghioldi
La nostra Comunità ricorda con affetto il Professore Severo Ghioldi, Preside della Scuola Media/Istituto Comprensivo dal 1986 al 1997, attraverso una serata di musica, danza, poesia e prosa.
“Mente lucida, viva e penetrante, grande capacità di sintesi, un innato dono di accostare parole, per costruire paradossi, contraddizioni e provocazioni, Severo Ghioldi ha lasciato la sua impronta nel mondo della scuola e della cultura, lungo l’asse Como–Varese.
Agli alunni, ma non solo a loro, ha saputo trasmettere la sua grande passione per il giornalismo. Passione che lo ha portato nella redazione del quotidiano comasco “L’Ordine”, collaborando alle pagine culturali. Severo era un avido di notizie, voleva sapere tutto, non si accontentava delle prime impressioni, ma scavava nel profondo. Nell’ultimo quinquennio, periodo in cui si è rivelata la malattia, si è trasformato in un instancabile organizzatore culturale. Promuoveva eventi spesso dedicati al mondo del giornalismo, guardando con interesse anche oltre confine. Si sentiva legato alla realtà di Como, Varese e del Canton Ticino, tanto che pensò, con alcuni amici, di costituire “Insubria Media Point” – associazione culturale per l’Etica nella Comunicazione – per far dialogare i professionisti dei Media, mettendo anche a confronto chi opera al di qua e al di là della frontiera. Ultimamente aveva scoperto una vocazione poetica, consegnata a due plaquette pubblicate dal circolo culturale “Il Dialogo” di Olgiate Comasco. I suoi testi rivelano attitudine alla riflessione, attenzione ai valori essenziali della vita e una grande passione per l’umanità. Proprio per questo suo impegno e per queste sue qualità umane, nel 2002 era stato insignito del titolo di “Ambasciatore di Pace” della Universal Peace Federation (UPF–Italia).” (dal sito “Premio Severo Ghioldi per aspiranti giornalisti”)